--- DOTTOR ALBERTO BONFIGLIO ---

Specialista in Ortopedia e Traumatologia


 VISITE ORTOPEDICHE

ESAMI ELETTROMIOGRAFICI


  • • Chirurgia Protesica
  • • Chirurgia Artroscopica
  • • Chirurgia della Mano e del Piede

Sindrome del Tunnel Carpale

Il Dottor Alberto Bonfiglio, specializzato nella operazione del tunnel carpale, visita per appuntamento in diversi ambulatori della Sardegna (Cagliari, Quartu Sant'Elena, Oristano, ...)

Cos'è

E’ un complesso di sintomi causati dalla compressione del nervo mediano al canale del carpo che si verifica in presenza di uno squilibrio tra:

  • Contenutoi nove tendini flessori + il nervo mediano
  • Contenitoreil canale osseo carpale ed il ligamento trasverso anteriore del carpo

                     

Le cause:

1) Aumento o alterazione del contenuto:

  • ispessimento idiopatico delle guaine sinoviali e del ligamento trasverso (microtraumatismi, riduzione tasso estrogenico, sovraccarico funzionale)
  • artrite reumatoide, gotta e altre malattie infiammatorie
  • anomalie muscolari, cisti sinoviali, neoplasie etc.
  • tutte le condizioni che rendono il nervo più sensibile: diabete mellito, “crash syndrome”

2) Anomalie del contenitore:

  • fratture di polso
  • lussazioni del carpo

I sintomi sono il formicolio e il dolore, quando bisogna andare dal medico:

  • Ipoparestesie e dolori volari prime tre dita e metà radiale del 4° dito bilateralmente
  • Sintomi presenti da diverso tempo e progressivamente peggiorati
  • Sintomi prevalenti nelle ore notturne e sul lato dominante
  • Diminuzione della forza di presa
  • Donna tra la 5° e 6° decade che svolge lavori pesanti o ripetitivi

Esami:

Elettroneurografia: esame che consente una valutazione della conduzione distrettuale del nervo mediano con studio della velocità di conduzione motoria e sensitiva mediante elettrodi di superficie e stimolazione esterna, presenta diversi vantaggi:

  • Esame non invasivo, ripetibile, poco costoso ma estremamente sensibile e specifico
  • Consente una diagnosi certa, soprattutto nei casi con associata cervicalgia
  • Permette di valutare la “qualità” della sofferenza nervosa: neuroaprassia, assonopatia
  • Permette di fare una prognosi precisa
  • Consente di pianificare l’intervento

Terapia: essenzialmente chirurgica

  • Minincisione
  • Accesso tradizionale
  • Accesso allargato
  • Via endoscopica

                    

Prognosi:

  • L’intervento solitamente comporta un netto miglioramento dei sintomi, più o meno rapido a seconda della gravità della compressione
  • Tuttavia, non sempre i risultati sono scontati: la tecnica chirurgica deve essere precisa, rigorosa ed atraumatica e, soprattutto, deve essere adattata al singolo caso

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.